Tartan il tessuto più versatile che sa di storia e di classicità

Tartan il tessuto più versatile che sa di storia e di classicità, dai clan, alla strada alle passerelle di tutto il mondo, una fantasia che sa di buono

Tartan sta all’autunno, come una tazza di the caldo alle foglie rosse e marroni. Non c’è back to school o sfilata autunno inverno senza la presenza confortante di questo tessuto a quadri classico e senza tempo.

Come tutti sanno, si tratta di un tessuto originario delle Highlands scozzesi, dove i diversi sett (i fili di colori diversi che si ripetono in trama e ordito) identificano i diversi clan (famiglie) oppure determinate regioni.

Tartan dei clan

Il tartan

Quella che vedete nella foto è solo una minima parte delle incredibili fantasie che potrete trovare nelle Highlands. Sono centinaia le famiglie che hanno un loro tartan, alle quali appunto si aggiungono i sett regionali e quelli creati per speciali occasioni, come quello tenerissimo celeste, rosa e avorio, creato appositamente per la nascita del Principino George di Cambridge.

Evidentemente, mamma Valentina non ha potuto resistere, durante il suo ultimo viaggio in gran Bretagna, e tu cara mamma fashion ce l’avresti fatta a tenere duro, di fronte a tanta tenerezza?

Prince George Tartan

L’origine oscura dei tessuti tartan

Il termine tartan deriva in realtà dal francese tiretain, tirer, o forse da Tarsainn che in gaelico significa “attraverso”. 

Si riferisce comunque al gesto del tirare, nella tessitura, e differenzia questo tessuto dalla tinta unita. E’ molto molto antico, ma soltanto verso il diciassettesimo secolo diviene popolare in Scozia.

Dopo la battaglia sanguinosa di Culloden fu addirittura proibito, proprio per impedire ai clan gaelici giacobiti di riconoscersi nella loro identità. Neppure l’Act of Proscription tuttavia ha potuto la frenare il diffondersi dell’uso del tipico gonnellino kilt e del plaid, un largo pezzo di tartan che viene drappeggiato sulle spalle e fermato con una spilla preziosa.

Nel 1815, la Highlands Society of London registra già oltre 250 tartan ufficiali, tra quelli dei clan, comunicati e regolarmente registrati dai capo clan.

Negli anni, se ne sono aggiunti di nuovi, ed oggi perfino le squadre di rugby “lo sport da galeotti giocato da gentiluomini“, le scuole di danza ed anche Amnesty international hanno un loro tartan di riferimento.

Ne esistono circa 4.000 diversi, ma sono solo 600 o 700 quelli che si torvano normalmente in commercio.

Tartan Amnesty International

Il sett di Amnesty International

I tessuti tartan tendenze moda

Nel grande revival anni ’80 al quale assistiamo per questo autunno,il red modern a sfondo rosso del clan dei Wallace (una delle famiglie scozzesi più antiche e rispettate) ha visto una nuova primavera.

Abbinato all’animalier, come hai già visto qualche giorno fa, o anche al più classico tutto nero, il tartan è un protagonista indiscusso delle passerelle autunno inverno.

tartan e animalier

Declinato su camice, sciarpe, pantaloni e accessori, non è autunno senza un dettaglio tartan, che ci riporta subito al calore di una casa confortevole, ai plaid della nonna e alle sicurezze nelle quali possiamo investire un pochino di più, senza pensieri. Una cosa è certa, il tartan, o scozzese dir si voglia, non passerà mai di moda.

Tartan Ralf Lauren

Borsa in tartan checked rosso e nero Ralf Lauren

Converse tartan

Converse All Star in tartan

Dagli outfit più eleganti, a quelli più casual, non ti pentirai mai del tuo acquisto di capi in tartan. Non ci credi? Guarda un po’ cosa proponeva ancora (o forse di già!) Moschino per l’autunno inverno 2013-2014.

Tartan Moschino

Il Tartan negli anni

Sono già passati 5 anni, ma ti assicuro che chi ha acquistato quel piccolo blazer quest anno farà ancora un  figurone. Per tutte le altre, c’è solo da correre ai ripari. Subito!!!

Cerchiamo un blazer, un paio di pantaloni, una borsa, un accessorio in questa fantasia e il nostro inverno non solo sarà più fashion, ma anche più caldo e confortevole.

Vuoi toglierti lo sfizio di un bellissimo red modern ad un prezzo piccolo piccolo? Naturalmente anche Zara questo autunno inverno propone il tartan rosso degli anni ’80 in tantissime declinazioni. Scegli quello che fa per te.

Abbina il tuo capo o accessorio scozzese con tutto quello che ti passa per la testa. Non pensarci troppo.

Dal denim, alle felpe colorate, al tutto nero più classico, il tuo accessorio scozzese non ha bisogno di essere accomodato a sommo studio.

Come tutti i classici sarà l’upgrade di grande eleganza per qualsiasi tuo outfit.

Divertiti e facci sapere come hai deciso di abbinarlo.

Alla prossima.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.