Pitti Bimbo 82 e quello che non si vede

Pitti Bimbo 82 e cosa si nasconde dietro una manifestazione immensa e globale che celebra la moda bambino in ogni sua essenza.

Pitti Bimbo 82 si è appena concluso e ognuno di noi ne ha portato a casa un pezzetto. Ognuno ne ricorderà un dettaglio, un particolare, un volto.

Io, oggi, non voglio raccontarti solo di quello che ho visto, per cui ci sarà tutto il tempo e che puoi, intanto, vedere su molti siti e portali che parlano di moda.
Io qui oggi voglio provare a descriverti cosa c’è dietro una manifestazione come Pitti Bimbo, vorrei provare a farti sentire l’atmosfera che si respira e cosa, davvero, conta in questi giorni frenetici.

Te lo racconto, chiaramente, dal mio personale punto di vista, da punto di vista di una mamma e di una blogger di moda bambino che ama più di tutto parlare, capire, comprendere.
Ognuno vede il Pitti Bimbo a suo modo, io lo vedo così.

Lo vedo come un momento di stacco dalla realtà, come una “pausa dal tempo e dallo spazio”, come un’immersione senza boccaglio tra aziende di moda, passione per il proprio lavoro, dettagli che fanno la differenza.

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

Il Pitti Bimbo è anche, per me, il ritrovare amici che vengono da lontano e che rivedo solo in questi quattro giorni all’anno e che mi sembra, invece, di aver visto il giorno prima. E’ fatto di abbracci, di risate, di coinvolgimento di condivisione.
Il mio Pitti Bimbo 82 è stato la compagnia, il ricercare la differenza, il voler entrare a fondo nel mondo della moda bambino.

pitti bimbo 82

pitit bimbo

Perché cosa c’è davvero dietro al Pitti Bimbo??

Dietro ad un indotto a sei cifre, dietro a tantissimi padiglioni più o meno allestiti, dietro a tanto lavoro, dietro al luccichio ed all’ostentazione, dietro alla fatica, al caldo, al sembrare tutto perfetto c’è qualcosa in più. Ed è ciò che cerco, ogni anno, di cogliere, oltre alle ovvie anticipazioni per la stagione successiva, che servono a comprendere gli obiettivi futuri della moda e in quale direzione dovrebbero essere dirottati gli acquisti per i nostri bambini.

E quest’anno, al Pitti Bimbo 82 ho colto qualcosa in più, sia, perché (sono sincera) non ho riscontrato l’affluenza degli scorsi anni, sia perché ho prestato io più attenzione.

Ho colto la difficoltà di portare al pubblico una collezione bambino che non sia scontata, già vista o completamente fuori tempo, ho colto la passione negli occhi di stilisti e designers, ho approfondito storie di vita e ho ascoltato descrizioni di idee che diventano realtà, ho capito come si arriva a costruire un futuro fatto di sogni che si avverano.

Ho parlato di più. Guardando negli occhi chi ha voluto guardarmi negli occhi.

Ho compreso la forza e l’amore di chi continua a fare questo lavoro nonostante i milioni di problemi e la oggettiva situazione in cui si trova il nostro paese. Ho avuto la possibilità di andare un po’ più a fondo con i brand che conosco e che ti presento ogni giorno e ho avuto l’onore di conoscerne altri che sono stati una meravigliosa, incredibile scoperta e che non vedo l’ora di farteli conoscere allo stesso modo nel quale li ho conosciuti io.

Ho visto persone stanche, provate e preoccupate, ma sempre con il sorriso, ne ho viste altre speranzose e piene di idee e progetti, ne ho conosciute altre ancora piene di soddisfazione e che incrociavano le dita, affinchè possa essere sempre così.
E tutte sono partite da una cosa. Il prodotto.

Il prodotto è il Pitti Bimbo. Se quello non c’è è inutile stare qui a parlarne.  Il prodotto che, a prescindere da come e dove e quando viene fuori, deve essere sempre il meglio che un brand può offrire, perché lo sta offrendo ai nostri bambini.
Per questo ho pensato che fosse stato giusto fermarsi un po’ di più quest’anno.

Fermarsi a capire, per me e, soprattutto, per te che mi leggi, cosa sta dietro quel prodotto e se, alla fine, nasce dall’unico posto dal quale dovrebbe nascere. Dal CUORE.

E ne ho visti di cuori al Pitti Bimbo 82. Grandi, pieni, speranzosi, stanchi, diffidenti, ma tutti con lo stesso obiettivo. Battere e vivere in un abito piccolo piccolo che possa diventare, poi, una soddisfazione grande grande.

E te li presenterò presto alcuni di questi cuori, in dettaglio e con l’amore che si meritano. Perché grazie a loro il mio pitti Bimbo 82 è stato un po’ più SPECIALE.

P.S.: Alcuni li conosci già, ma ti mostrerò qualcosa in più..

RIMANI CON ME

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

pitti bimbo 82

Images Source: Pitti Immagine
Credits: Aka Studio Collective

Questo mi sembrava doveroso.

A presto con novità, sfilate e nuovi consigli per come vestire i nostri bambini

english

9 Comments
  1. Ciao Cara Simo, Io che ho potuto e voluto guardarti negli occhi, ho condiviso con te a Pitti Bimbo, questa enorme passione per la moda Bimbo e con tantissimo piacere ho apprezzato tutte le cose che hai scritto e questa potente energia che ci permette di andare avanti, migliorando ogni giorno, dritte verso il nostro obiettivo. Un abbraccio col cuore <3

    1. Graze cara!! E’ stato un vero piacere passare un po’ di tempo con te. La prossima volta non ti lasciamo partire.. 😉 a prestissimo

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.