Giambattista Valli per HM, una collezione con un messaggio importante

Giambattista Valli per HM IG

Giambattista Valli per HM, una collezione con un messaggio importante nascosto come in una bottiglia in un mare di tulle plissettato

Non era previsto di occuparsi della nuova collezione di Giambattista valli per HM. IN tutta sincerità, non mi aveva fatto impazzire, nonostante l’innegabile tentazione rappresentata da tutto quel mare di tulle in colori pastello.

Giambattista Valli per HM Kendall Jenner

Kendall Jenner in Giambattista Valli

La capsule da donna di Giambattista Valli per Hm non mi era proprio piaciuta. Certamente, tutto quel tulle è davvero spettacolare e l’idea del tulle plissettato è così peculiare di questo stilista che poter avere nell’armadio un suo capo è stata una tentazione forte.

Ci ho ripensato quando ho realizzato che un vestito così voluminoso richiede una cabina armadio molto più spaziosa della mia.

A parte gli scherzi. Non mi viene in mente davvero nessuna occasione per indossare un abito del genere. Le cerimonie, come ti ho spiegato nei  post su come si deve vestire un’invitata ad un matrimonio, sul look della testimone di nozze e sull’outfit per la mamma per la prima comunione, richiedono un abbigliamento particolare, non certo da tappeto rosso.

Giambattista Valli per HM, un pezzo da collezione

Se per puro collezionismo hai deciso di acquistare un capo di questa capsule ormai sold out, spero vivamente che sia stato l’abito lungo in seta, che almeno non occuperà la metà del tuo armadio, ed è realizzato in un tessuto prezioso di seta mulberry.

Giambattista Valli per HM abito in seta mulberry

Tra tutti, è forse il capo più portabile, magari per una cena elegante in estate. Il color corallo poi, anche se qui è un po’ troppo rosato per i miei gusti, è il grande protagonista di questa stagione. Con la pelle abbronzata farà davvero un bellissimo effetto.

La scollatura profonda e arricchita da volants, inoltre, sottolinea il collo ed il decolleté con molta enfasi. Distoglie così l’attenzione dai punti deboli della figura mediterranea, che restano celati tra le pieghe della gonna lunga fino ai piedi.

Giambattista Valli per HM, la collezione uomo

E’ stata l’intervista rilasciata da Giambattista Valli a Vogue Francia che ha portato la mia opinione su questa collezione da 0 a 100 in pochi secondi.

Se vuoi vederla in versione originale, e parli abbastanza bene il francese, la trovi in fondo al post. Ti anticipo che il concetto è davvero straordinario ed al passo con i tempi.

Giambattista Valli per HM maglietta uomo

La collezione uomo di Giambattista Valli per HM, per la prima volta prova a misurarsi con il mondo della moda uomo, ma resta fedele ai materiali ed al mood romantico caro alle Valli’s girls. Declinare questa aura fatata di sete, ricami e plissettature per l’uomo, restando fedele a sé stesso era davvero un’impresa difficile. Tuttavia il grande stilista di origine italiana ci è riuscito magistralmente.

La scollatura della maglietta nera e le bellissime loafers di pelle nera si arricchiscono inaspettatamente di perle, come se una collana si fosse rotta e le perle fossero cadute rimbalzando sui piedi di un giovane dandy.

La classica camicia con colo alla coreana da uomo è realizzata in organza bianca ricamata.

Giambattista Valli per HM camicia in organza

La giacca dell’abito si abbina anche ai bermuda da palestra.

Tutto in questa collezione uomo tutta da guardare e da scoprire grida libertà, leggerezza, allegria.

Giambattista Valli per HM, a message in a bottle

Laddove già da tempo, in maniere meno comprensibili, i grandi brand avevano già provato a inviare il messaggio della fine della divisione netta tra il guardaroba di lui e quello di lei, sfiorando malauguratamente il ridicolo, la comunicazione arriva ora forte e chiara dal high street fashion.

Nessuno è costretto a indossare qualcosa. I confini sono caduti. Evviva la libertà.

Perle, organza e pois, elementi tipici dei look da cerimonia da signora, sono adesso sdoganati per l’uomo che mantiene un’identità virile, ma non teme il confronto con novità, freschezza e romanticismo. E’ adesso che l’uomo può scegliere indifferentemente tra le collezioni donna e uomo per il suo guardaroba personale, così come noi donne possiamo continuare a divertirci tra tagli maschili e femminili.

Per noi donne, già il grande Yves Saint Laurent, ci aveva pensato nel 1966, regalandoci la smoking suit. L’aveva rubata dall’armadio dell’uomo, sottraendoli proprio uno dei capi che rappresentava la differenza tra l’universo maschile, che dopo cena si ritirava nel salotto da fumo a discutere i massimi sistemi, e quello femminile, che nella migliore delle ipotesi sarebbe rimasto confinato al tinello.

Giambattista Valli per HM Yves Saint Laurent

Oggi l’uomo rivendica il suo diritto alla leggerezza, alla fantasia ed al fantastico.

Le mamme dei maschietti ringraziano. E il messaggio arriva chiaro, preciso e al passo con i tempi.

A presto.

3 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.