Come scegliere il cappotto per il neonato per non pentirsi dell’acquisto

come scegliere il cappotto per il neonato

Oggi vediamo insieme come scegliere il cappotto per il neonato tra mille proposte e tessuti, con qualche consiglio per non sbagliare l’investimento.

Dopo aver parlato di come vestire il nostro neonato in autunno, vediamo come scegliere il cappotto per il neonato che servirà non appena queste calde giornate di ottobre ci abbandoneranno.

Il freddo, cara mamma, è dietro l’angolo, non lasciamoci trovare impreparate e non lasciamo il nostro neonato al freddo e al gelo. Ok?

Vediamo insieme qualcosa di utile per scegliere il giubbotto giusto per il neonato e per non pentirsi, dopo mezz’ora, dell’acquisto fatto.

come scegliere il cappotto per il neonato

giubbotti per il neonato

capo spalla neonato

Come scegliere il cappotto per il neonato.

Abbiamo parlato di cappotto di maglia e di mantelle ma a questo punto dobbiamo pensare a un vero e proprio capospalla che tenga il nostro neonato al caldo per l’inverno che arriverà.

Vediamo allora come scegliere il cappotto per il neonato tra la miriade di modelli e tessuti che offre il mercato.

Il primo consiglio che mi sento di darti per scegliere il cappotto per il neonato, così come per scegliere tutti gli altri capi del suo guardaroba, è puntare sulla praticità.

Con praticità mi riferisco alla comodità per il piccolo e per i suoi movimenti ma anche per te mamma nel vestirlo: capi dal taglio ampio e confortevole ti consentiranno di evitare tragedie al momento della preparazione.

Vediamo come scegliere il cappotto per il neonato in quattro punti fondamentali:

Partiamo dalla manica raglan che è la parola chiave:

[ra-glàn] agg. m. e f. e n.f. invar.

si dice di un tipo di manica con breve attaccatura alla base del collo e cuciture che da lì si divaricano per poi ricongiungersi nel punto sotto l’ascella, usato in origine soprattutto per soprabiti: manica (a, alla) raglan

Etimologia: ← dal nome del generale inglese raglan (1788-1855), attrav. il fr. (tratto da Garzanti Linguistica)

cappotto per il neonato manica raglan

come scegliere il giubbotto per il neonatoCome scegliere il cappotto per il neonato.

Come vedi dai modelli qui sopra, la manica raglan risulta più ampia di quella a giro e quindi permette una maggiore facilità nei movimenti e una vestibilità più ampia. Si potrà vestire il neonato in un attimo, senza paure e senza doversi sforzare per infilare il suo piccolo braccio nelle maniche di un cappotto.

Questo tipo di manica permette una facile e veloce vestibilità. Comoda anche quando si ha fretta o quando arriva un venticello freddo improvviso.

Continuando a vedere come scegliere il cappotto per il neonato, non meno importante è la scelta del tessuto.

Come abbiamo già detto a proposito dei requisiti che devono avere gli indumenti da mettere a contatto con la pelle del neonato fin dai primi giorni, anche il capospalla deve essere di un tessuto puro.

Ricorda che anche se la parte in tessuto sarà prevalentemente esterna, le guance e la faccia del tuo piccolo neonato saranno a stretto contatto con il tessuto, la bocca, il collo e pure le orecchie entreranno in contatto con il cappotto.

La scelta non può che cadere su un tessuto puro come la lana che in questo caso dovrà essere di prima qualità: morbida e soffice.

come scegliere il cappotto per il neonato

Anche la lana cotta andrà bene ma che sia morbida e non effetto spugna abrasiva. Basta un minimo di attenzione e un po’ di ricerca. Si trovano bellissime occasioni anche nei mercati o in piccoli negozi locali.

Basta spendere un po’ di tempo in più e assicurarsi che i materiali dei cappotti siano davvero puri e morbidi.

Decidiamo di spendere qualcosina in più per un capo che sarà tutti i giorni (o quasi) a contatto con il visino del nostro neonato e decidiamo, magari, di risparmiare in altro.

il cappotto per il neonato lana cottaUn tessuto da considerare come valida alternativa può essere il velluto liscio o a costine (mille o duemilarighe) generalmente foderato con un cotone felpato e imbottito con ovatta di cotone.

Ecco qualche esempio di cappottini adatti al neonato che sono anche morbidi e caldi.

giubbotti per il neonato cappuccio ocracome scegliere il cappotto per il neonato cappuccio

Come scegliere il cappotto per il neonato.

Abbiamo visto fin qui l’importanza del taglio (manica raglan) e del tessuto (lana o cotone puri).

Vediamo adesso come scegliere il cappotto per il neonato in base alla chiusura.

Sì, perché quando dovremo far indossare il nostro fantastico cappottino al neonato in piena crisi di pianto o ancora peggio, quando si è appena addormentato proprio cinque minuti prima di uscire di casa, sarà utile avere un modello facile da infilare.

La chiusura a zip sulla schiena è tra le preferite delle neomamme.

Nella maggior parte dei casi è presente non proprio sui cappotti ma su giubbotti imbottiti simili ai piumini con cappuccio. La praticità è data dal fatto che, una volta infilata la testa, il gioco è fatto: volgi il neonato a pancia sotto e chiudi la zip fino in fondo.

In questo caso non avrai il classico cappottino ma un giubbotto più sportivo. Adatto per tutti i giorni e senza preoccuparsi troppo del fatto che possa sporcarsi o rovinarsi.

Altro tipo di chiusura molto pratica per un capo spalla per il neonato è con laccetti tipo kimono.

Facili, pratici, veloci e anche un po’ fashion. Eccone un esempio.

come scegliere il cappotto per il neonato modello kimono

Oltre ai laccetti, altra chiusura tipica del modello montgomery, sono gli alamari, che oggi vengono apposti sopra solo come decorazione e nascondono una zip sotto la mostra del cappotto.

Servono per dare al cappotto un’aria raffinata, chic e senza tempo. Il consiglio fashion che ti regalo oggi, infatti, va proprio verso il Montgomery e il fatto che è tornato di gran moda.

Per il neonato e per i bambini in generale. Ok?

come scegliere il cappotto per il neonato modello montgomery

i cappotti per inverno per il neonato

Come scegliere il giubbotto per il neonato.

Un ultimo consiglio che voglio darti riguarda il colore del cappotto.

Per scegliere il cappotto per il neonato è fondamentale attenersi a colori basici in tinta unita.

Quest’anno è di gran moda la stampa check ma io ti consiglio di riservarla a pantaloni o maglie e preferire per il cappotto del tuo neonato colori classici come il blu, il panna, il grigio, il marrone e, al limite, il rosso o il rosa.

Vedrai che così potrai abbinare più facilmente il cappotto monocolore a qualunque capo tu scelga di far indossare al tuo neonato. I colori neutri sono quelli più facile da portare e, anche, quelli più facilmente da trovare in giro.

Il capo spalla per il neonato.

Ti ho mostrato i passi da seguire su come scegliere il cappotto per il neonato.

Riassumendo, i quattro requisiti fondamentali che il tuo cappotto deve avere sono:

  • modello comodo (manica raglan è la chiave!)
  • tessuto morbido e puro (lana o cotone)
  • chiusura pratica (zip, laccetti o alamari)
  • colori basici (blu, grigio, panna)

Prima di lasciarci vorrei farti vedere un’alternativa al classico cappotto. Sei pronta? Davvero?

come scegliere il cappotto per il neonato golden leather jacketQuesta giacca in pelle dorata con ali d’angelo sulle spalle è ovviamente per pochi… e menomale, aggiungerei🙊🙈.

Foto: Pinterest e Google.

A presto con la nostra rubrica sul neonato.

3 Comments

    Leave a Reply

    Your email address will not be published.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.